Regolamento per il riconoscimento delle scuole istruttori IBS

Regolamento per il riconoscimento delle scuole degli istruttori IBS BONSAI e SUISEKI

Riconoscimento scuole IBS per il BONSAI
logo collegio ibs
  1. Per il riconoscimento della scuola, il titolare dovrà allegare documentazione che certifichi il curriculum vitae della scuola: attività generali, riconoscimenti assegnati alla scuola, riconoscimenti assegnati agli allievi, specificando periodo e luogo. Il richiedente, al momento della richiesta, deve documentare un ampia attività didattica nel territorio nazionale e/o internazionale.
  2. Il titolare della scuola, deve essere riconosciuto istruttore IBS ed in regola con le quote associative.
  3. Il titolare della scuola, deve documentare la struttura didattica e di specializzazione qualora fosse previsto, e comunicare all’IBS gli aggiornamenti ogni volta che si modifica la struttura medesima.
  4. Il titolare della scuola, al momento della richiesta, deve documentare l’iscrizione di almeno 20 allievi costanti negli ultimi 3 anni.
  5. Al titolare, è richiesta un attività minima di tre anni di operatività della scuola. L’istruttore che richiede il riconoscimento della scuola, deve avere già il riconoscimento di istruttore IBS da almeno 5 anni.
  6. L’istruttore che richiede il riconoscimento della scuola, deve dimostrare di svolgere come attività quella legata alla didattica, diffusione e cura/coltivazione del bonsai.
  7. Il titolare della scuola, deve garantire la propria presenza ai congressi organizzati dall’IBS unitamente alla presenza di un lavoro degli allievi della scuola. Inoltre, nel corso dell’anno, fornirà un lavoro didattico elaborato dalla scuola per promuoverla attraverso il sito web IBS ed altri canali mediatici a disposizione.
  8. Le scuole riconosciute dall’IBS, non possono riconoscere autonomamente istruttori che operano nel territorio nazionale ed internazionale. Possono invece riconoscere figure didattiche con il titolo di aiutante/referente che operino nella struttura didattica della scuola. Potrà invece avvalersi della collaborazione di altri istruttori riconosciuti IBS.
  9. Qualora la scuola riconosca al termine del percorso didattico degli istruttori, questi non possono fregiarsi del titolo di istruttore fintanto che non saranno riconosciuti dall’IBS.
  10. Gli istruttori riconosciuti dalla scuola, non in possesso del riconoscimento di istruttore IBS, dovranno essere invitati entro un anno ad inoltrare la richiesta di riconoscimento di istruttore IBS.
  11. L’istruttore IBS titolare di una scuola riconosciuta, oltre al pagamento della propria quota associativa annuale, corrisponderà per la scuola euro 50,00 annui a titolo di iscrizione. Al titolare verrà fornito un timbro apposito ed una targa.
Riconoscimento scuole IBS per il SUISEKI
  1. Per il riconoscimento della scuola, il titolare dovrà allegare documentazione che certifichi il curriculum vitae della scuola: attività generali, riconoscimenti assegnati alla scuola, riconoscimenti assegnati agli allievi specificando periodo e luogo. Il richiedente, al momento della richiesta, deve documentare un ampia attività didattica nel territorio nazionale e/o internazionale.
  2. Il titolare della scuola, deve essere riconosciuto istruttore IBS ed in regola con le quote associative.
  3. Il titolare della scuola, deve documentare la struttura didattica e di specializzazione qualora fosse previsto, e comunicare all’IBS gli aggiornamenti ogni volta che si modifica la struttura medesima.
  4. Il titolare, al momento della richiesta, deve documentare l’iscrizione nel corso del tempo di alcuni allievi.
  5. Al titolare è richiesta un attività minima di tre anni di operatività della scuola. L’istruttore che richiede il riconoscimento della scuola, deve avere già il riconoscimento di istruttore IBS da almeno 5 anni.
  6. L’istruttore che richiede il riconoscimento della scuola, deve dimostrare di svolgere come attività quella legata alla didattica e diffusione del suiseki.
  7. Il titolare della scuola, deve garantire la propria presenza ai congressi organizzati dall’IBS unitamente alla presenza di un lavoro degli allievi della scuola. Inoltre, nel corso dell’anno, fornirà un lavoro didattico elaborato dalla scuola per promuoverla attraverso il sito web IBS ed altri canali mediatici.
  8. Le scuole riconosciute dall’IBS, non possono riconoscere autonomamente istruttori che operano nel territorio nazionale ed internazionale. Possono invece riconoscere figure didattiche con il titolo di aiutante/referente che operino nella struttura didattica della scuola. Potrà invece avvalersi della collaborazione di altri istruttori riconosciuti IBS.
  9. Qualora la scuola riconosca al termine del percorso didattico degli istruttori, questi non possono fregiarsi del titolo di istruttore fintanto che non saranno riconosciuti dall’IBS.
  10. Gli istruttori riconosciuti dalla scuola, non in possesso del riconoscimento di istruttore IBS, dovranno essere invitati entro un anno ad inoltrare la richiesta di riconoscimento di istruttore IBS.

L’istruttore IBS titolare di una scuola riconosciuta, oltre al pagamento della propria quota associativa annuale, corrisponderà per la scuola euro 50,00 annui a titolo di iscrizione. Al titolare verrà fornito un timbro apposito ed una targa.

L’intera documentazione dovrà essere inviata esclusivamente al seguente indirizzo di posta elettronica: segreteria@collegioibs.it